Le pattuglie di Polizia Locale, in particolar modo il Nucleo Interventi Speciali, mantiene un’elevata soglia di attenzione sul degrado urbano: aspetti della quotidianità che incidono pesantemente sulla percezione della sicurezza tra i cittadini, soprattutto quelli più anziani.

Parliamo di controllo dei bivacchi, dei venditori ambulanti abusivi e molesti, ma anche dei c.d. parcheggiatori, coloro i quali vivono di elemosina indicando agli automobilisti un parcheggio libero, talvolta con troppa insistenza.

Tutti comportamenti contemplati nel nuovo Regolamento di polizia urbana, uno strumento normativo prezioso per la Polizia Locale.

L’altro giorno la pattuglia dei NIS, durante il controllo delle Rive, ha scorto un giovane – noto come parcheggiatore – nascosto dietro un pilone di piazza Unità: alla richiesta dei documenti d’identità il ragazzo (Mbacke Dieng, 28 anni) si rifiutava categoricamente, assumendo un atteggiamento ostile ed offensivo nei confronti degli operatori di Polizia Locale e tentando la fuga, a più riprese, ma inutilmente.

La pattuglia ha dovuto faticare per tenerlo fermo poiché il giovane si divincolava violentemente col rischio che facesse male agli agenti e a se stesso. Alla fine sono riusciti a contenerlo, farlo entrare nel veicolo di servizio e condurlo alla Caserma San Sebastiano dove gli veniva formalizzata la denuncia per resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale, oltre al rifiuto di declinare le proprie generalità1.

1 Codice Penale, articoli 337, 341 bis e 651