Del fatto, successo a febbraio, si era già data notizia; non però dell’indagine che ne è seguita e che si è conclusa solo qualche giorno fa con un provvedimento del Giudice del Tribunale per i Minorenni. L’autore del reato è un ragazzino di 15 anni, con all’attivo alcuni precedenti penali sempre per lo stesso motivo: furto di ciclomotore.

Brevemente, il fatto. La pattuglia d Polizia Locale stava effettuando un normale controllo in via del Destriero e non aveva potuto fare a meno di notare il ragazzino che armeggiava vicino a due motorini, Piaggio Zip e Liberty, che erano poi risultati rubati e restituiti in tempo reale ai legittimi proprietari. Con poche domande mirate gli operatori avevano messo alle strette l’adolescente che ammetteva di aver sottratto uno dei 2 ciclomotori la notte prima.

Nella successiva perquisizione domiciliare si ponevano sotto sequestro alcuni strumenti, utilizzati probabilmente per rubare, e la patente di guida di una terza persona non collegabile alle frequentazioni del ragazzo bensì al furto di un terzo ciclomotore (Gilera Typhoon) all’interno del quale erano custoditi i documenti del proprietario – inclusa la patente -. Il Gilera era stato ritrovato qualche giorno prima da un altro organo di polizia, proprio davanti alla casa del ragazzo.

Per la tendenza a ripetere il reato ma non solo, il Giudice ha disposto, nei confronti del minorenne, la misura cautelare del collocamento in un’idonea comunità di accoglienza.

Sempre in tema di ritrovamenti, l’altro ieri, in via degli Alpini a Opicina, una pattuglia ha recuperato un altro motorino rubato (un Yamaha Jog), restituendolo subito al proprietario.