I controlli commerciali ad opera della Polizia Locale di Trieste sono finalizzati alla tutela del cittadino/consumatore e stimolano/spronano i commercianti a garantire la regolarità e la sicurezza del proprio esercizio e dei prodotti trattati, soprattutto nel caso dei cibi: ne va della salute di tutti.
Nei giorni scorsi la Polizia Locale a seguito di una segnalazione di un cittadino unitamente al personale dell’AsuiTs (Dipartimento di Prevenzione Igiene degli Alimenti e della Nutrizione)ha effettuato un controllo relativo alla vendita itinerante di funghi porcini su aree pubbliche.
Gli operatori recatisi sul luogo segnalato in una zona periferica della città accertavano che un uomo R.L le sue iniziali di 45 anni vendeva con il suo camion in forma itinerante un notevole quantitativo di funghi porcini per i quali, così come stabilito dall’Ordinanza Ministeriale del 30/04/20021, è vietata espressamente la vendita in forma itinerante.
Oltre alla sanzione di 258 euro gli operatori disponevano anche il sequestro di tutte le cassette di funghi trovate sul posto (23 casse totali, per un peso di circa 71 Kg. di funghi, prevalentemente porcini), in quanto sulle stesse non erano riportate le certificazioni di avvenuto controllo da parte del micologo ufficiale.
Il personale del Nucleo di Polizia Commerciale effettuerà ulteriori controlli nell’ambito del territorio cittadino tendenti a verificare la regolarità di vendita di tali prodotti.

1 art. 6, rif. art. 17 della Legge 283/62