Giovedì mattina, una pattuglia in borghese, del Distretto di Polizia Locale di via Locchi, stava ultimando il giro di sopralluoghi a prevenzione del degrado urbano: zona Urban, parco della Rimembranza e Giardino Basevi (segnalato anche dalla Circoscrizione per questo motivo).

Arrivati all’interno di quest’ultimo, sentono dei fischi, si guardano intorno e non c’è anima viva; basta però alzare gli occhi per scorgere sui rami di un albero, a circa 6 metri da terra, due ragazzi sospesi in equilibrio precario.

Gli Ispettori si avvicinano sino alla base dell’albero e, dopo essersi palesati come due poliziotti, li invitano a scendere; non senza difficoltà, anzi, assistendoli nella discesa (salire può essere più facile, talvolta).

Con i piedi a terra i due (uno di 18 anni appena compiuti, l’altro minorenne), sorpresi che non ci si potesse arrampicare sugli alberi, sono stati redarguiti sul loro comportamento, pericoloso per la loro incolumità e dannoso per l’albero stesso, proprietà comunale e bene di tutti. Proprio per questo, vietato dal nuovo Regolamento di polizia urbana1!

Epilogo: volevano evitare un giorno di scuola, invece sono stati scoperti e hanno rcevuto pure una multa salata a testa (quella del minorenne sarà contestata ai genitori)!

1Regolamento di polizia urbana, articolo 9 comma 1 lettera D: è vietatoarrampicarsi su monumenti, arredi ed altri beni pubblici, nonché legarsi o incatenarsi ad essi”. La sanzione è di 500 euro