Un turista austriaco, giovedì mattina uscendo dal suo albergo, ha avuto la brutta sorpresa di non trovare la sua nuova Kawasaki ZX 6R di color arancione: qualche ladro, nottetempo, gliel’aveva sottratta.

La storia – e la vacanza – ha avuto però un lieto fine, poche ore dopo.

Una pattuglia del Reparto Motorizzato della Polizia Locale notava, quello stesso pomeriggio, una moto arancione con targa austriaca in transito sulla corsia preferenziale di via Carducci e diretta in largo Barriera Vecchia: il conducente sembrava, tra l’altro, poco avvezzo alla guida del potente mezzo. Più che opportuno un controllo, perciò.

Il giovane dapprima ha finto di non capire l’italiano, poi ha cambiato idea ma non era in grado di esibire la patente di guida né i documenti del mezzo che – a suo dire – gli era stato prestato da un conoscente …di cui, però, ignorava il nome. Nel frattempo la Sala Operativa comunicava gli esiti delle ricerche sulle banche-dati ministeriali: confermato il furto del veicolo e l’assenza della patente per il ragazzo – ancora minorenne – .

Alla caserma di via Revoltella, alla presenza di uno dei genitori, veniva denunciato per ricettazione1 e gli si contestava la guida senza patente2 oltre che il transito in corsia bus3.

Il turista austriaco invece poteva ritornare in sella alla sua moto quella sera stessa.

 

1 Codice penale, art. 648

2 Codice della Strada, art. 116 (sanzione da 5.110 euro)

3 Codice della strada, art. 7 (sanzione da 83 euro)